Ode à la beauté


tumblr_nhz7r6TshM1sdo23fo1_1280

Venez du ciel ou de la t’esprime abîme profond, de beauté?

 De votre regard infernal et divin pluie sans le bénéfice de choix et la criminalité, et dans ce que vous pouvez apparentare vin.

 Vous avez les yeux à l’aube et même coucher de soleil, et expirez parfums que soudaine soir un nuage; avoir un filtre vos baisers, et votre bouche est un calice .

 qui ferment examen du courageux et encourageant l’enfant ? Lève-toi de l’abîme noir, ou descendent des étoiles Suit Destin, dociles comme un chien, vos vêtements, vous semez au fortunes et les catastrophes aléatoires ; .

 et les gouvernements sur tout et rien t’affanni beauté, vous marchez sur les morts qui se moquent; gracieuse parmi vos bizarreries se tient Horreur, tandis que, suspendus parmi les bibelots les plus chères, le Assassiner vous balançant sull’orgoglioso gaie ventre.

 Torch, le papillon vole à ta lumière aveugle, crépite, des brûlures et loue les vagues de feu succombe! Quand elle se penche et aspire amant sull’amata, semble un mourant qui caresse sa tombe.

 Venez l’enfer ou vous ciel, d’ailleurs, de beauté, énorme monstre, monstre franche et sombre, si votre pied, vos yeux, votre rire le port m’aprono dans un Infini que je aime et je ne sais pas?

 Archange ou Siren, par Satan ou Dieu , d’ailleurs, si vous, ou une fée aux yeux de velours, la lumière, parfum, musique, mon unique bien, rendre le monde plus doux, moins triste la minute?

 

                                                               Charles Baudelaire

Poesia di ” Carlos Drummond De Andrade “


tumblr_mve8z2S3Gf1su68o0o1_400

Il culo, che meraviglia

 

A bunda, que engraçada

 
     
Il culo, che meraviglia.
E’ tutto un sorriso, non é mai tragico.

Non gli importa cosa c’é
sul davanti del corpo. Il culo si basta.
Esiste dell’altro? Chissà, forse i seni.
Mah! – sussurra il culo – quei marmocchi
ne hanno ancora di cose da imparare.

Il culo sono due lune gemelle
in tondo dondolio. Va da solo
con cadenza elegante, nel miracolo
d’essere due in uno, pienamente.

Il culo si diverte
per conto suo. E ama.
A letto si agita. Montagne
s’innalzano, scendono. Onde che battono
su una spiaggia infinita.

Eccolo che sorride il culo. E’ felice
nella carezza di essere e ondeggiare.
Sfere armoniose sul caos.

Il culo é il culo,
fuori misura.

  A bunda, que engraçada.
Está sempre sorrindo, nunca é trágica.

Não lhe importa o que vai
pela frente do corpo. A bunda basta-se.
Existe algo mais? Talvez os seios.
Ora — murmura a bunda — esses garotos
ainda lhes falta muito que estudar.

A bunda são duas luas gêmeas
em rotundo meneio. Anda por si
na cadência mimosa, no milagre
de ser duas em uma, plenamente.

A bunda se diverte
por conta própria. E ama.
Na cama agita-se. Montanhas
avolumam-se, descem. Ondas batendo
numa praia infinita.

Lá vai sorrindo a bunda. Vai feliz
na carícia de ser e balançar
Esferas harmoniosas sobre o caos.

A bunda é a bunda
redunda.

Moon……………


Photo by Willyam Bradberry

Tramontata è la Luna

Tramontata è la luna
e le Pleiadi a mezzo della notte
anche giovinezza già dilegua,
e ora nel mio letto resto sola.

Scuote l’anima mia Eros,
come vento sul monte
che irrompe entro le querce;
e scioglie le membra e le agita,
dolce amara indomabile belva.

Ma a me non ape, non miele;
e soffro e desidero.

(Saffo)

Per il mio cuore basta il tuo petto………….


tumblr_mnwa3qgOdg1qcr2gxo1_500

Per il mio cuore basta il tuo petto,
per la tua libertà bastano le mie ali.
Dalla mia bocca arriverà fino al cielo
ciò che stava sopito sulla tua anima.

È in te l’illusione di ogni giorno.
Giungi come la rugiada sulle corolle.
Scavi l’orizzonte con la tua assenza.
Eternamente in fuga come l’onda.

Ho detto che cantavi nel vento
come i pini e come gli alberi maestri delle navi.
Come quelli sei alta e taciturna.
E di colpo ti rattristi, come un viaggio.

Accogliente come una vecchia strada.
Ti popolano echi e voci nostalgiche.
Io mi sono svegliato e a volte migrano e fuggono
gli uccelli che dormivano nella tua anima.

Pablo Neruda

Auguri a tutte le Mamme…………..


tumblr_mc5ip1hjxD1r2zs3eo1_500

Se fossi pittore

Non sempre il tempo la beltà cancella
o la sfioran le lacrime e gli affanni:
mia madre ha sessant’anni,
e più la guardo e più mi sembra bella.

Non ha un accenno, un guardo, un riso, un atto
che non mi tocchi dolcemente il core;
ah, se fossi pittore,
farei tutta la vita il suo ritratto!

Vorrei ritrarla quando china il viso
perch’io le baci la sua treccia bianca,
o quando, inferma e stanca,
nasconde il suo dolor sotto un sorriso

Pur, se fosse il mio priego in ciel accolto,
non chiederei di Raffael da Urbino
il pennello divino
per coronar di gloria il suo bel volto;

vorrei poter cangiar vita con vita,
darle tutto il vigor degli anni miei,
veder me vecchio, e lei
dal sacrificio mio ringiovanita.

 Edmondo De Amicis

Corpo di donna…


tumblr_mh26j5PcCF1qg7xwvo1_500

Corpo di donna, bianche colline, cosce bianche,
assomigli al mondo nel tuo gesto di abbandono.
Il mio corpo di rude contadino ti scava
e fa scaturire il figlio dal fondo della terra.

Fui solo come un tunnel. Da me fuggivano gli uccelli
e in me irrompeva la notte con la sua potente invasione.
Per sopravvivere a me stesso ti forgiai come un’arma,
come freccia al mio arco, come pietra per la mia fionda.

Ma viene l’ora della vendetta, e ti amo.
Corpo di pelle, di muschio, di latte avido e fermo.
Ah le coppe del seno! Ah gli occhi d’assenza!
Ah le rose del pube! Ah la tua voce lenta e triste!

Corpo della mia donna, resterò nella tua grazia.
Mia sete, mia ansia senza limite, mio cammino incerto!
Rivoli oscuri dove la sete eterna rimane,
e la fatica rimane, e il dolore infinito.

Pablo Neruda

 

SAFFO Tramontata e’ la luna


tumblr_mle2bjIu1m1rjr43uo1_500

Tramontata è la luna

e le Pleiadi a mezzo della notte ;

anche giovinezza già dilegua ,

e ora nel mio letto resto sola.

Scuote l’anima mia Eros,

come vento sul monte

che irrompe entro le querce;

e scioglie le membra e le agita,

dolce amara indomabile belva.

Ma a me non ape, non miele;

e soffro e desidero.